Nel video qui sotto l’Avvocato Lorenzo Tamos ci spiega come difendersi usando la legge, compresa quella relativa al trattamento dei dati personali.

In questo video ci sono utili consigli per sapere come difendersi. Come porsi durante l’accertamento, e come rilevare comportamenti illegittimi e illeciti delle forze dell’ordine, usabili a nostra difesa per invalidare eventuali contestazioni emesse a nostro carico

Sia il Governo Conte, prima, e il Governo Draghi ora, hanno di fatto lasciato le forze dell’ordine con il cerino in mano a gestire il caos normativo (per essere buoni) o meglio la totale illegittimità normativa che i 2 mal Governi hanno prodotto nei confronti della popolazione e del cittadino.

La cosa interessante che emerge da questo video è che i dati che le forze dell’ordine trattano sono soggetti alla legge del trattamento dei dati personali, e pertanto ne seguono alcune direttive, come il fatto che ci deve essere notificato:

  • chi è il titolare del trattamento;
  • qual è lo scopo del trattamento;
  • per quanto tempo vengono conservati i dati;
  • quali sono i nostri diritti rispetto al trattamento dei dati.
Se mancano di notificarci questi elementi sia chi ci fa il verbale, sia il questore in atti distinti e separati, commettono un atto illegittimo e illecito che può essere dall’autorità competente essere sanzionato fino ad un massimo di 10 MILIONI di Euro (verso come emerge da precedenti nei confronti del Ministero dell’Interno), e in termini penali da 1 a 3 anni di RECLUSIONE.