Finché il Ministero della Salute non cambierà le indicazioni date alle RSA di inserire come morti da COVID-19 i morti SIMIL-INFLUENZALI, senza tampone, senza autopsia, i morti da COVID-19 potrebbero non avere mai fine, anzi riprendere in autunno.

Pertanto il paradosso (o vergogna a seconda dei punti di vista) in Italia è che le morti attribuite al COVID-19 nelle RSA finiranno più per volere politico che per un reale accertamento sanitario.

“SENZA Speranza” non è un modo di dire in Italia, ma un augurio che il parlamento “sfiduci” il Ministro della Sanità “Roberto Speranza” di cui non vediamo l’ora di “essere SENZA”.