Il giorno dopo la vergognosa sentenza della Corte Costituzionale la quale ha sancito che la fonte del Diritto in Italia non esiste (o esiste solo quando è di interesse alla maggioranza di Governo, maggioranza intesa se e solo se è di derivazione o emanazione bancaria?), l’AIFA Agenzia Italiana del Farmaco HA DOVUTO CONFESSARE al TAR del LAZIO (che ricordo è il TAR Nazionale) che ai Sieri Magici MANCANO LE SCHEDE DI SICUREZZA che guarda caso PER LEGGE dovevano essere fornite dalle Case farmaceutiche.

Ma tanto a loro è concesso RIGARE STORTO? Perché di fatto sono scudati su tutto, non rispondono di nulla. Quindi loro possono agire in sfregio alla LEGGE? Perché altrimenti quelli che sono al Governo e in Parlamento che li appoggiano e li hanno promossi dovrebbero rispondere ai Cittadini delle panzane che hanno raccontato loro sui Sieri Magici.

Ricordo che le SCHEDE DI SICUREZZA riguardano:

  • la Genotossicità (se possono danneggiare il DNA umano),
  • la Cancerogenocità (se sono cancerogeni)
  • e le Interazioni con Altri Farmaci in termini di reazioni avverse.

Ma “Se non ti vaccini ti ammali muori.” Vi ricordate cosa disse il nostro ex-Capo del precedente governo?

La soluzione ai TERMINI DI LEGGE NON RISPETTATI dalle Case Farmaceutiche per NON AVER MAI PRESENTATO le Schede di Sicurezza dei “sieri magici” mi domando se forse sarà: “Ma sono bravi ragazzi … non lo hanno fatto apposta … è una svista … gli serve più tempo” .

Una possibile soluzione molto italica potrebbe essere una bella DEROGA, oppure un bel DPCM, o una ordinanza del Ministero della Salute, (tanto le fonti del diritto non contano più) che affermerà che i termini di legge per le Schede di Sicurezza per i Sieri Magici non debbano essere più necessari.

Proviamo ad immaginarci cosa potrebbero aver detto quelli delle Case farmaceutiche una volta letta la notizia che l’AIFA è stata obbligata a “confessare che mancano le Schede di Sicurezza”:
“Quali schede? Di Sicurezza? Rischiamo qualcosa? Dobbiamo rispondere di qualcosa (quindi essere responsabili)? Pagare multe? Finire in galera? Ma certo che no, siamo scudati su tutto. Quindi continuate a produrre, evvai!”

Del resto in iTAGLIA abbiamo “solo” 65MILA DEROGE su 400MILA leggi (per non parlare delle Ordinanze), una in più, dai, potrebbe passare inosservata. (Oppure come l’ulteriore supposta da far prendere nel di dietro alla popolazione italiana?)

Perché tanto ormai lo abbiamo capito che per quelli violare le leggi, la Costituzione, non comporta nessuna conseguenza. Anche perché diciamocelo in Italia non abbiamo avuto mai nessun Roberspierre e nessuna Norimberga.

»» EPPURE ««

Voglio ricordare che per i Giocattoli importati dalla Cina in Unione Europea e quindi in Italia ci devono essere i Test di Laboratorio contro la Tossicità, altrimenti non possono nemmeno essere imbarcati in Nave per l’esportazione. E se per caso il distributore italiano ad un controllo delle Forze dell’Ordine viene trovato privo dei controlli necessari RISPONDE PENALMENTE.

QUINDI?

Quindi questo dimostra che si può fare! Si può fare in modo di farli rispondere penalmente. Ma come chi? Gli industriali, i produttori, compresi i venditori e magari anche gli inoculatori di Sieri Magici.

Perché vedete se ci indigniamo delle CASTE presenti in altri paesi allo stesso modo NON DOBBIAMO accettare quelle presenti nel nostro paese.

Indignarsi è il primo passo verso la consapevolezza! E la finestra di OVERTON funziona ANCHE AL CONTRARIO. 

Cioè se facciamo circolare l’idea che tutto ciò NON DEVE essere accettato, se questa idea diventa di DOMINIO pubblico, ALLORA sarà possibile farla diventare una LEGGE CHE OBBGLIGHERÀ le Forze dell’Ordine a fare Controlli ed i Giudici ad emanare Sentenze Penali.

SOLO così tutti (nessuno escluso) saranno obbligati a prendersi le RESPOSABILITÀ. Ed il primo passo è far circolare l’opinione che tutto questo NON DEVE ESSERE ACCETTATO. “Perché sono sempre le idee che cambiano il mondo, se e solo se queste idee hanno gambe che la fanno circolare.”

Quindi Adotta l’idea di intransigente inacettabilità a questi “sieri magici” e falla circolare anche tu, e non basta evitare di fare i sieri magici, o pagare o contestare multe, perché come avete visto cercheranno di renderli obbligatori. Obblighiamoli del contrario, cioè obblighiamoli a prendersi le Responsabilità o almeno viviamo provandoci. Diventiamo l’OVERTON AL CONTRARIO che non si aspettano.

Video di Fabio Sarzi Amadè che riporta la “Confessione dell’AIFA al TAR del LAZIO”.