Oggi abbiamo il certificato verde Covid-19 detto “Green pass”. Cosa ci sia di verde questo certificato è ignoto, dal momento che si usa il colore verde normalmente per riferirsi a qualcosa di ecologico.
Oggi questo certificato dice che se ti sei ammalato, vaccinato o hai fatto un esame per una certa malattia entro certi termini temporali allora vai bene per la società. Sei bravo. Puoi fare un sacco di cose se alla scansione del tuo codice esce una bella V verde. Se invece al suo posto esce una cattiva X rossa allora non sei meritevole di molte cose. Non stiamo qui ad elencarle tutte ma sono molte cose del normale vivere quotidiano come andare al ristorante, al cinema, viaggiare e lavorare.

Qualcuno pensa che finita questa famosa malattia tutto finirà invece noi ne dubitiamo fortemente. E’ stato creato un precedente, è stato creato un modello operativo, si sono gettate le basi per il futuro di comando. Un futuro in cui se non fai una determinata cosa perderai le tue libertà fondamentali, la cui ampiezza di limitazione sarà variabile e sempre legittimata dal altruistico “bene comune”.

Facciamo uno sforzo di immaginazione, supponiamo che scomparso il virus (dai mass media) si inzi a parlare di emergenza climatica.
Emergenza climatica per cui si scalda la terra, si sciolgono i ghiacci, si alzeranno di metri e metri i livelli di tutti i mari e gli oceani, le città saranno sommerse, l’aria sarà irrespirabile, il buco nell’ozono ci farà ardere vivi dal sole e i venti soffieranno fino a far cadere i palazzi.
Se però tutti avessero un’auto rispondente ai criteri di ecologia Euro 12 (stiamo ipotizzando) allora tale auto non contribuiremme in modo significativo a questa devastazione ecologica che diversamente minaccerebbe te, i tuoi figli e tutti gli altri, compresi i figli degli altri. Così che chi che non cambiasse la sua vecchia auto Euro 7 sarebbe davvero un degenerato, un reietto della società, che farà morire gli altri, a causa sua l’anidride carbonica ci soffocherà, si apriranno le cataratte dell’ozono e sarà causa della devastazione del pianeta!

Così chi possedesse un auto non Euro 12 andrebbe “giustamente” penalizzato perché potrebbe uccidere anche te, certo non lo si potrebbe costringere a cambiare la sua vecchia auto però magari i carburanti per lui potrebbero costare il doppio o il triplo, così solo per ripagare il danno che sta facendo alla società. Magari si potrebbe fare in modo che faccia una revisione dell’auto a settimana, solo per essere sicuri che il suo vecchio catalizzatore Euro 7 funzioni al 100% e non magari al 98% pericoloso!!! Certo se non potesse permettersi una nuova auto potrebbe sempre rottamarla, in fondo ci sono sempre i mezzi pubblici. Per convincerlo a venderla si potrebbe anche fare in modo che, fino a quando non l’avrà venduta, salire sui mezzi pubblici gli costi i doppio, perché no?! In fin dei conti è per il bene di tutti che dovrebbe demolirla.
Se poi pur non vendendo l’auto Euro 7 la stessa non rispondesse neppure regolarmente alle revisioni settimanali si potrebbe impedirgli l’accesso al lavoro. In fin dei conti sta uccidendo anche noi, come possiamo tollerarlo a fianco a noi sul posto di lavoro, lo stesso vale per tenerlo a fianco a noi al ristorante, al cinema, in palestra ecc.

Ora che forse vi è più chiara la logica del meccanismo creato. Riuscite ora a capire quanto può essere pericoloso per chiunque?
Potete ripetete pure l’esercizio con la caldaia al posto dell’auto, il vecchio frigo, le lampadine, acquistare certi prodotti e non altri, il nutrirsi di insetti al posto della carne, l’assumere alcolici, il fumare, mangiare cibi grassi, inventatevi qualche nuova malattia ecc. il sistema funzionerà all’infinito.
Se noi continueremo a legittimarlo e a permettergli di funzionare. Ricordiamoci sempre che il potere è in mano al popolo non hai governanti ma se il popolo li asseconda senza riflettere i risultati sono e saranno sotto gli occhi di tutti.

Noi lavoreremo per eliminare definitivamente questo perverso meccanismo, unitevi a noi!